Siamo cristiani che cercano il vero nella fratellanza, nel rispetto reciproco, anche con cammini molto diversi. Ricerca del vero, non ruoli, titoli o notorietà, ossia quei criteri formali, tecnicistici, di apparato, che stanno svuotando la società conducendola al crollo. I contributi sono gratuiti, anche qui per evitare un altro rischio del tecnicismo, le logiche commerciali che possono finire per soffocare la libertà.